Lettera del Provinciale per il tempo di Quaresima

Inizio dei lavori a Santa Maria di Betlem – Sassari
21 Febbraio 2019
50 ANNI DI SACERDOZIO DI 4 FRATI DELLA COMUNITA’ DI S.GIACOMO – ROMA
18 Marzo 2019

La nostra vita è come una barca a vela, una barca che ha 20, 30, 50, 70, 90 anni; e il nostro rapporto con Dio può trovarsi come la vela in rapporto alla propria barca e all’albero maestro.

Alcune esemplificazioni:

la vela ripiegata, riposta sulla panca: E’ la situazione di coloro che hanno di fatto rinunciato a procedere oltre e si fermano nel parcheggio della vita e stanno a vedere. Si mettono al sicuro. Si autoproteggono tirandosi fuori.

La vela afflosciata: E’ la situazione di chi è prevalentemente scoraggiato, a volte bastonato da tante prove della vita. Si fida poco degli altri per non venire ulteriormente ferito. Porta dentro la nostalgia di un tempo migliore, in parte vissuto, in parte solo sognato, ma nel presente vive lo scoraggiamento e la disillusione, con il bisogno di leccarsi le ferite.

La vela attorcigliata.  E’ la situazione delle persone introverse, ripiegate vendicativamente su di sé, sospettose, difensive risentite contro la vita, timorose di essere imbrogliate e ferite di nuovo. Sono persone arroccate. Anziché fidarsi elaborano sospetti e strategie difensive, come in trincea. Fanno di se stesse il centro di tutto. Tendono a fare corpo con altre persone introverse, ruminanti contro terze persone in chiave prevalentemente critica, demolitrice.

La vela rotta o sbrindellata:E’ ciò che capita a coloro che sono in conflitto, lacerati dentro, divisi da forze contrastanti. Raccolgono ben poco del vento. Fanno due passi in avanti e tre indietro. Sono poco concludenti e poco costruttivi. Promettono, ma mantengono poco.

La vela aperta e dispiegata:E’ la situazione di coloro che sono abbastanza unificati dentro e aperti a tutto ciò che di bello, buono, vero, costruttivo, giusto incontrano. Sono sintonizzati con la propria coscienza profonda e con lo Spirito Santo che vi abita: costoro sono persone fidate, fiduciose, affidabili, anziché sospettose, sospettate, sospettabili; riconciliate, riconcilianti, riconciliabili, anziché aggressive, difensive, acide, inavvicinabili; libere, liberate, liberanti anziché intrappolate o prigioniere di varie forme di schiavitù.

Il Signore, fratello, ci concede ancora 40 giorni, per rimettere a posto le nostre vele e per poterle spiegare al vento dello Spirito del Risorto.

Coraggio, iniziamo insieme, impariamo a dire sì al Signore, imparando a guardare avanti e a navigare, nella certezza che il soffio dello Spirito, la grazia del Signore non mancherà, Egli guiderà la nostra barca al porto sicuro della volontà del Padre.

Buona strada, anzi, vento in poppa.