Nuova Ristampa del Libro sulla Missione in Brasile

Lettera del Ministro Provinciale per il Tempo di Avvento 2018
19 Novembre 2018
XXV° di Sacerdozio di P. Franco Buonamano
10 Dicembre 2018

Recentemente è stato ristampato il libro “Inizio e sviluppo della Missione dei Frati Minori Conventuali della Provincia Romana nel Nordest del Brasile: Stato del Maranhão e Cearà” scritto da P. Angelo di Giorgio OFMConv.

P. Angelo, presenta in maniera molto semplice l’inizio e lo sviluppo della Presenza dei Frati Minori Conventuali avviata dall’allora Provincia Romana nel Nordest del Brasile, precisamente nello Stato del Maranhão e del Cearà.

Nelle prime pagine, il lettore troverà una breve presentazione dell’ambiente geografico, del tessuto sociale e del contesto ecclesiale dove si recarono i frati missionari in risposta a gli orientamenti riguardanti l’apertura missionaria dell’Ordine Francescano, che come attesta il corso della storia, questa catena di apostoli missionari non si è mai interrotta fino ai nostri giorni, in cui si registra ormai una presenza missionaria in moltissimi paesi del mondo, secondo una programmazione, che l’Ordine si è data tramite i vari Capitali Generali e il Ministro Generale.

Tuttavia la disponibilità missionaria dei frati non basta alla continuità dell’impresa, nasce dunque una vera necessita di aprirsi alla problematica vocazionale e quindi con il sostegno morale e economico della Provincia madre, si cominciano ad accogliere i primi giovani, che mostrano il desiderio di conoscere l’ideale francescano e si provvede alla costruzione di luoghi idonei, come i Pre-seminari di Novo Carù e Bom Jardim e i Seminari di S. Luis-Cohama e, in seguito, di Fortaleza-Maraponga. Infine si prende in esame l’attività pastorale dei vari luoghi, dove i missionari esercitano il loro ministero pastorale.

Ciò di cui non può tacere questo libro sono i frutti che arricchiscono questi 50 anni di presenza della missione, in particolare la morte eroica del P. Antonio Sinibaldi, segno concreto di una vita donata per gli altri. Si tiene conto anche di altri frutti come la stima e l’apprezzamento da parte delle autorità ecclesiastiche; l’elevazione alla dignità episcopale di Dom Luis D’Andrea, uno dei primi Missionari, la cui consacrazione avvenne il 06.01.1988, in S. Pietro a Roma, per l’imposizione delle mani del Papa Giovanni Paolo II; l’apertura alla carità solidale, attraverso il coinvolgimento delle Comunità cristiane e le opere sociali, realizzate in S. Luis, come quella sorta nella Parrocchia si S. Francesco, intitolata a Fr. Antonio Sinibaldi; l’apprezzamento da parte del Comune di S. Luis, con la dedicazione di una via e un ospedale a Fr. Antonio Sinibaldi; da parte sua, il Comune di Bom Jardim, intitola una scuola a Fr. Antonio Sinibaldi; il riconoscimento dell’UNICEF per l’opera sociale intitolata a Fr. Antonio Sinibaldi per la qualità del servizio reso alla Comunità; il riconoscimento giuridico della Delegazione S. Bonaventura; la presenza di diversi sacerdoti autoctoni.

Buona lettura.